Rimedi dolci

Print
Category: Terapie miracolose
Published on Wednesday, 06 April 2011 19:16
Written by Redazione
Hits: 44438
Condividi Facebook Button Google Plus Button Twitter Button Linkedin Button Identi.ca Delicious Button Tuenti Button Digg Button Stumbleupon Button Reddit Button Technorati Button Meneame Button

I consigli di Antonella Concina

ACNE
L'acne è prodotta dall'eccesso di sostanze grasse che ostruiscono i pori della pelle. Questi a volte poi s'infettano dando origine ai famosi foruncoli/etti/oni. Se non vi sono particolari squilibri di origine ghiandolare, fate attenzione all'alimentazione! Non serve a nulla lanciare bombe al napalm e torturare la vostra simpatica epidermide col supplizio dello schiacciamentoadognicosto! Per quanto riguarda gli adolescenti e i giovani, non vi preoccupate. Siete belli sempre. Questa può semplicemente rappresentare una fase in cui state imparando a gestire e stabilire i contatti sociali.

ALIMENTAZIONE
Frutta, verdura fresca, una rapa cruda al giorno, olive, yogurt o 1 cucchiaino di lievito di birra a pasto sono dei toccasana per la pelle. Evitare cibi pesanti, formaggi grassi, salse, troppi zuccheri e troppo pane.
PULIZIA ESTERNA
Pulire la pelle con del cotone imbevuto di succo di limone; non solo astringe, ma vedrete poi che luminosità!
Maschera d'argilla alla salvia: prendere dell'argilla verde, dell'acqua calda e 1 cucchiaio di essenza di salvia. Mescolare il tutto ottenendo un impasto soffice ma non troppo liquido; spalmarla e tenerla per 10-15 minuti. Ripetere l'operazione ogni giorno. Rimuoverla con acqua tiepida. Naturalmente creme grasse, trucchi pesanti e fondotinta non fanno che peggiorare la situazione ostruendo i pori, come d'altra parte trattamenti troppo aggressivi che producono una maggiore produzione di sebo.
Per i più tenaci: molto efficaci sono delle lozioni a base di succo di cavolo-cappuccio fresco che potete fare in casa con le apposite centrifughe. Lo potete mescolare anche a un po' di lattuga. Si può usare l'olio di iperico e lavarsi con sapone alla calendula di cui è ottima anche la crema. Bagnare i foruncoli con un po' di Amaro Svedese.
Si può anche preparare una lozione con cui tamponare con un batuffolo di cotone, al mattino e alla sera, le parti colpite. Preparare un infuso con 4 cucchiai di camomilla e timo, 3 cucchiaini di rosmarino, salvia e coda cavallina. Mescolate tutto, quindi mettete 1 cucchiaio di questa miscela in 1/4 di acqua bollente per almeno 10 minuti. Filtrare, lasciare raffreddare e conservare in barattolo di vetro chiuso ermeticamente. Serve costanza!
Vi è inoltre un olio che si può preparare in casa che serve anche per depurare le pelli grasse. Frantumare 1 cucchiaio di radici di bardana e porle a bollire per mezz'ora a vapore in 1 bicchiere d'olio d'oliva. Lasciare riposare il tutto per 4-5 giorni quindi filtrare e detergere la pelle del viso imbevendone un batuffolo di cotone.
OLIGOELEMENTI
Ottime le fiale di rame-oro-argento da prendere un giorno sì e uno no.
FITOTERAPIA
Tè di fiori ed erba di ortica bianca (60 g), alchemilla (30 g), fiori di calendula (10 g). Da 3 a 5 tazze al giorno per parecchie settimane.
OLI ESSENZIALI
Oli essenziali: caieput in soluzione alcolica o pomata.
VISUALIZZAZIONI
Potete visualizzare i foruncoli mentre li pulite con una spugna dorata e dopo averli ripuliti e decongestionati li inondate di luce azzurra. Alla fine vedrete la vostra pelle sana e la vostra acne che sta scomparendo.

AEROFAGIA
Mille bolle blu che salgono, salgono... canterebbe qualcuno. I famosi rutti, tenuti molto in considerazione nei paesi orientali, alle volte non sono sinonimo di godimento mangereccio ma di produzione di gas che dilata lo stomaco per cattiva digestione. Alcuni fattori sono naturalmente il nervosismo, l'angoscia, le riunioni di lavoro mentre si è a tavola (magari in un bel self-service), mangiare troppe schifezze industriali, ingurgitare il cibo senza masticare bene e godere dei sapori. Non parliamo poi delle bevande gassate!!! Lo stomaco è il nostro secondo cervello e possiamo avere troppi pensieri che si trasformano in bollicine superflue che non aspettano altro che di essere "buttate fuori"!
ALIMENTAZIONE
Il cumino, per eccellenza, ed il finocchio sono i rimedi più usati. Quest'ultimo si può mangiare crudo, cotto, farne una tisana con i semi. Ottima abitudine anche mangiare un certo quantitativo di cavolo-verza o cavolo cappuccio crudi. In quantità moderata si possono usare i semi di aneto sparsi sopra le pietanze, da aggiungere anche in tisana dopo i pasti principali. Si può anche assumere mezzo cucchiaino di argilla prima dei pasti, mangiare sedano in quantità moderate, condire insalate con origano. Bere succo di limone alla mattina a digiuno e durante i pasti. Attenzione agli zuccheri, agli alimenti che fermentano (legumi secchi) e alle famose bevande gassate. Volete qualcosa di intrigante? Ebbene sì, champagne, ma veramente champagne, brut. Olè.
FITOTERAPIA E OLI ESSENZIALI
Cumino (Kümmel): 1 cucchiaino da caffè per tazza d'acqua bollente, lasciando in infusione 10 minuti, da prendere dopo i pasti; l'essenza, 1-3 gocce più volte al giorno in poco miele.
Coriandolo: sempre 1 cucchiaino da caffè per tazza d'acqua bollente, dopo i pasti; olio essenziale, 1-3 gocce in poco miele, 2-3 volte al giorno dopo i pasti.
Estragone: da mangiare crudo nell'insalata; olio essenziale, 2-3 gocce in poco miele, 3-4 volte al giorno.
Maggiorana: ottima in tutti i sensi. In infuso: 1 cucchiaio da dessert in una tazza d'acqua bollente in infusione per 10 minuti, 2-3 tazze al giorno, dopo i pasti; l'essenza, 3-4 gocce in poco miele, 2-3 volte al giorno.
Un ottimo decotto completo è il seguente: 10 g di frutti di anice verde, 10 g di frutti di finocchio, 10 g di frutti di cumino, 10 g di frutti di coriandolo, 10 g di foglie di menta. Mescolarli assieme e metterne 1 cucchiaino da dessert (a freddo) a bollire 1 minuto in 250 ml di acqua; lasciare poi riposare per 10 minuti e filtrare. Consumare mezza tazza di decotto dopo ogni pasto.
VISUALIZZAZIONI
Potreste anche visualizzare il colore giallo localizzato sul gonfiore e quando poi scompaiono i sintomi continuare a visualizzare giallo-verde.

ARTRITE
In generale è un'infiammazione acuta di una articolazione. Limita i movimenti sotto vari aspetti e con questo la libertà di "muoversi" in senso fisico, emotivo e sociale. Alle volte nasconde delle emozioni represse come la rabbia o il desiderio di possedere.
ALIMENTAZIONE
Bere succo di limone prima e dopo i pasti, mangiare fragole. Due bicchieri al giorno di succo di cavolo-cappuccio. Fanno benissimo: mandorle, noci, asparagi, carciofi, banane, ciliegie, cavoli, cetrioli, cicoria, lattuga, pompelmi, mele, patate, ravanelli, uva, pomodori. E ancora: yogurt, pesce, lievito di birra, cereali integrali.
Per liberarsi dalle tossine si potrebbe mangiare, un giorno alla settimana, esclusivamente vegetali crudi e frutta. Come per tante altre cose limitare il consumo di carne, sale, caffè, alcol e zucchero.
IMPACCHI E BAGNI
Mettere sull'articolazione foglie di cavolo-verza crude. Si può applicare localmente la tintura madre di Bryonia e Rhus toxicodendron. Bagni con bacche di ginepro.
INTEGRATORI
Buone le fiale di rame-oro-argento, in cicli mensili, che hanno un'azione antinfiammatoria generale. Ottima la vitamina C e le confezioni di multiminerali.
FITOTERAPIA
L'Artiglio del diavolo si trova in commercio sotto varie forme. Buona la tintura madre, 40 gocce per 3 volte al giorno nelle fasi acute.
Il tarassaco, o dente di leone, è un gran depurativo. Stimola e regola il metabolismo, il che significa che è ottimo per tutti in primavera mangiato fresco, o facendo un tè con le radici. Spazza via così tutte le tossine che si depositano nel corpo e ripulisce ogni angolo dimenticato. È quindi un ottimo complemento per reumatismi, artrite, nonché per il benedetto colpo della strega!
Altro decotto è quello preparato facendo bollire 15 g di radici di sedano in 1 litro d'acqua. Lasciare riposare 5 minuti e, dopo aver filtrato, consumarne 2-3 tazzine al giorno lontano dai pasti.
MOLTO, MOLTO RACCOMANDABILE
L'uso del cataplasma di pappa di consolida che si ottiene mescolando la radice ridotta in polvere con acqua caldissima e alcune gocce di olio di oliva fino ad ottenere un impasto abbastanza consistente da lasciar agire da 1 ora a fino a tutta la notte. Dopo averlo rimosso si può usare la crema e massaggiare alla mattina con la tintura omeopatica. Questo sistema è un po' lungo, da 4 ad 8 settimane, ma è molto efficace per l'artrite, l'artrosi e tutti i traumi che interessano tendini e muscoli quali: fratture, lussazioni, slogature, schiacciamenti, infiammazioni di muscoli, nervi, tendiniti (come il famoso gomito del tennista), danni alla colonna vertebrale (chi solleva pesi è sottoposto ad eccessive sollecitazioni lavorando su mezzi pesanti), ernia del disco.
OLI ESSENZIALI
Olio essenziale di eucalipto, 2-5 gocce in poco miele 2-3 volte al giorno.
Olio essenziale di limone, 5-10 gocce in poco miele.
VISUALIZZAZIONI
Potete visualizzare, dopo aver compiuto dei bei respiri, che le parti colpite dall'artrite (o dall'artrosi) come le gambe o le dita delle mani o dei piedi diventino come dei tentacoli che si allungano sinuosi, ondeggiando, diventano molto flessibili. Si allungano e si allungano diventando sempre più sinuosi e flessibili.

ARTROSI
Qui l'infiammazione si è instaurata da tempo e le articolazioni si possono anche deformare. Vanno bene le indicazioni date per l'artrite.
ALIMENTAZIONE
Bere succo di ciliegie, mela, lamponi, ribes, sedano, finocchio, cetriolo, pomodoro.
FITOTERAPIA
L'Artiglio del diavolo (vedi sopra): 30 gocce, 2 volte al giorno nelle fasi non acute.

BRONCHITE
È una malattia infiammatoria che interessa i bronchi e con più o meno formazione di catarro.
ALIMENTAZIONE
Buono il succo di carota al mattino a digiuno che favorisce l'espettorazione. L'aglio, si sa, è un potente antibiotico; mangiarlo significa prevenire e combattere infezioni. Rafano (cren), ravanelli e cipolla sono toccasana per le vie respiratorie. Sempre le classiche spremute di limone ed arancia che possono essere addolcite con miele di lavanda. Ottimo anche il succo di mirtillo, spremute di mandarino, uva. Se si trova, ottimo anche il crescione, come minestra o succo. Carote, cerfoglio, lattuga e cavolo, mele, mele cotogne, rape, rafano e ravanelli rendono morbidi gli alveoli! Vi sono anche delle spezie da usare in cucina che danno un tocco ai nostri piatti ma che sono anche loro antisettiche: chiodi di garofano, timo, alloro, zenzero e cannella. Ottimo il lievito di birra. Nelle fasi acute bere spesso tazze di decotto di ravanelli.
PIACEVOLE SOLLIEVO

Ottimi i pediluvi caldi, due volte al giorno. Nel diffusore si possono usare le essenze di eucalipto, menta, lavanda.
OLIGOELEMENTI
Ottimo il rame o la combinazione rame-oro-argento, in fiale.
FITOTERAPIA
La Rosa Canina dà abbondante vitamina C.
La propoli stimola le capacità difensive e previene infezioni; 20 gocce 2-3 volte al giorno, dall'inizio del disturbo fino a qualche giorno in più dopo la scomparsa per accompagnare la convalescenza.
OLI ESSENZIALI

Nella bronchite acuta: olio essenziale di eucalipto, 2-5 gocce in poco miele 2-3 volte al giorno; per inalazioni 10- 15 gocce in una ciotola d'acqua bollente; olio essenziale di lavanda, 2-5 gocce in poco miele, 2-3 volte al giorno.
Ottima anche questa miscela di tè: piantaggine foglie 40 g, farfara fiori 20 g, altea radice 20 g, malva erba 20 g.
Nella bronchite da un po' instaurata: timo 30 g, verbasco fiori 20 g, radice di liquirizia 10 g, anice 20 g, melissa 20 g, in infuso.
Nella bronchite cronica: olio essenziale di eucalipto (vedi sopra), olio essenziale di issopo, 2-4 gocce in poco miele, 3 volte al giorno o un infuso di 20 g di issopo per litro d'acqua a cui aggiungere fiori di malva, altea selvatica, tassobarbasso 3 volte al giorno.
Olio essenziale di niauli, 2-3 gocce in poco miele infuso di 15 g di gemme di pino, 15 g di foglie di eucalipto, 15 g di foglie di salvia in 1 litro d'acqua bollente per 20 minuti, dopodiché filtrare spremendo bene e consumarne 2 tazze al giorno lontano dai pasti addolcendo con un po' di miele, magari di timo.
VISUALIZZAZIONI

Nella bronchite cronica si possono anche eseguire questi esercizi: inspirare profondamente dal naso, immaginare che l'aria che entra sia di colore arancio e riempia tutto il corpo di nuova energia vitale. Espirando sempre dal naso, immaginare un'aria fresca blu che porta via tutta la sporcizia e la stanchezza lasciando pace e tranquillità. L'altro esercizio, che si può fare dopo questo, è visualizzare il giallo localizzato sul petto e l'arancio localizzato sulla gola.

Questo sito utilizza cookie di profilazione per inviare messaggi pubblicitari mirati. Il sito utilizza anche cookie di terze parti a fini statistici. Se accedi a qualunque elemento sopra questo banner acconsenti all'uso dei cookie. Per capire meglio l'uso che facciamo dei cookie leggi la nostra Privacy Policy.

Accetto i cookie di questo sito

EU Cookie Directive Plugin Information